SPIEGAZIONE DEL FENOMENO DELL’ECLISSE DI LUNA

Il fenomeno dell’eclisse totale non è facile da ottenere poiché l’orbita lunare non ha la stessa inclinazione di quella terrestre e affinchè avvenga un fenomeno simile c’è bisogno di una buona planarità degli oggetti allineati; nella figura sottostante viene visualizzato questo fatto per l’eclisse di Sole.

affinché avvenga una eclissi di Luna osservabile dalla Terra è indispensabile che la linea dei nodi giaccia lungo la direttrice Terra-Sole, altrimenti il cono d’ombra si proietterà nello spazio aperto.
Dalla figura sottostante possiamo capire la difficoltà nell’ottenere una eclisse totale di Luna: Il piano su cui la Luna ruota interseca il piano su cui la Terra ruota formando una linea di intersezione chiamata linea dei nodi,
L’eclisse di Luna avviene quando Sole-Terra-Luna sono allineati come nella figura a lato. Come è possibile vedere abbiamo due coni di oscuramento, uno d’ombra e uno di penombra; vi sono eclissi di Luna che passano solo nel cono di penombra e quindi il fenomeno è molto ridotto,
mentre altre eclissi passano in ambedue i coni dando vita ad un suggestivo spettacolo di grande intensità, ma sono molto più rare delle prime: basti pensare che dopo l’eclisse del 21 febbraio 2008 fino al 28 settembre 2015, vi saranno altre 15 eclissi di Luna di cui solo 6 sono totali e di queste solo una è osservabile dall’Italia in maniera accettabile.

ECLISSE DI LUNA FEBBRAIO 2008

Scatto eseguito da Antonio Forcina alle 04:20 del 21 febbraio del 2008; siamo nella fase di uscita dall'ombra. GUSTATEVELA!!!!